Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Blitz della Polstrada in via Tronconi

SPACCIO, ARRESTATO 16ENNE

In bici dal suo fornitore, un marocchino di 44 anni


TREVISO - E' stato sorpreso a ritirare una dose da 28 grammi di hashish da un pusher marocchino, residente in via Tronconi a Treviso. E' stato arrestato dalla polizia stradale di Treviso e poi affidato ai genitori un 16enne di origini brasiliane. Il giovane è stato notato da una pattuglia nella serata di lunedì verso le 22.40 mentre, ancora in sella alla sua bicicletta, attendeva per strada un marocchino di 44 anni che abitava poco distante. Dopo lo scambio della sostanza tra i due gli agenti sono intervenuti arrestando entrambi. Il marocchino, Bendris Abdelmajid, nascondeva in casa altri 4 grammi occultati nel quadro elettrico. Per lui si sono aperte le porte del carcere di Santa Bona.