Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Incentivi record: 40-45 mila euro a dipendente

DATALOGIC, C'È L'ACCORDO

Intesa sindacato-azienda: 2 anni di cig e ricollocamento


QUINTO DI TREVISO - (mz) Raggiunto l'accordo alla Datalogic. Lo stabilimento chiuderà, come previsto, ma i 146 dipendenti potranno usufruire di due anni di cassa integrazione straordinaria: dodici mesi, più altri dodici se nel frattempo almeno il 30% del personale avrà trovato un nuovo posto di lavoro. Per favorire la ricollocazione verranno messi in atto percorsi di riqualificazione, formazione e ricollocamento. Ma soprattutto l'azienda mette a disposizione incentivi: 45 mila o 40 mila euro a testa, a seconda delle qualifiche professionali. E', secondo i sindacati, la cifra più alta riconosciuta in provincia di Treviso in una vertenza del genere. Datalogic pagherà ai dipendenti regolare stipendio anche per i giorni di occupazione della fabbrica, dal 27 maggio al 10 giugno scorso. Ora nello stabilimento di Quinto la produzione è ripresa e continuerà fino all'autunno, per smaltire le commesse già in portafoglio. Da ottobre dovrebbe scattare la cig per i primi scaglioni di lavoratori ed entro l'anno la dismissione del sito dovrebbe essere completata: da gennaio tutti gli addetti dovrebbero godere del sostegno al reddito. L'intesa è stata raggiunta dopo un giono e mezzo di trattative tra l'impresa, ferma nella volontà di chiudere, e la Cgil, unica organizzazione presente in fabbrica. L'accordo è stato ratificato in serata dall'assemblea dei dipendenti stessi. Le parti si incontreranno di nuovo nella seconda metà di luglio, a Roma, per gli aspetti legati all'ammortizzatore sociale di competenza statale e per l'approvazione ufficiale. Altre verifiche sono previste nei prossimi mesi per fare il punto sul procedere dei percorsi di ricollocamento. "Il risultato è stato raggiunto anche grazie alla grande coesione dei lavoratori, pur in una fabbrica non tra le più sindacalizzate - nota Paolino Barbiero, segretario provinciale della Cgil -. A questa azienda, dove tanto si parlava di risorse umane, avevano dato tutto e hanno vissuto questa vicenda come un altro tradimento". Datalogic, multinazionale bolognese specializzata in lettori per codici a barre, aveva annunciato all'improvviso a fine maggio la decisione di chiudere lo stabilimento trevigiano, nonostante i conti in ordine, per trasferire le lavorazioni in Vietnam, recuperando margini sul costo del lavoro.