Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Alla sbarra il 46enne di Asolo Benvenuto Reginato

FATTURE FALSE, DAL GIUDICE

Avrebbe evaso le tasse per un totale di 240 mila euro


TREVISO – (gp) Aveva messo a punto un meccanismo per evitare di pagare le imposte, ma qualcosa nel suo disegno, secondo la procura, non ha funzionato a dovere. Fatto sta che l'8 febbraio 2010 il 46enne di Asolo Benvenuto Reginato è stato scoperto e denunciato alle autorità perchè, in qualità di legale rappresentante della Erre Bi srl, avvalendosi delle fatture emesse da un'altra società con cui era in rapporti di lavoro, la Briker Avenue srl, indicava nelle dichiarazioni annuali elementi passivi fittizi. Emettendo poi fatture false per operazioni ineisistenti avrebbe evitato di pagare tasse per 165 mila euro nel 2005 e per 75 mila euro nel 2006. Rinviato a giudizio, ora dovrà comparire di fronte al giudice a novembre.