Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Otto piante di canapa indiana sotto sequestro

COLTIVA MARIJUANA IN CASA

Trovata nell'abitazione di un operaio a Pederiva


MONTEBELLUNA - Nella veranda della sua abitazione a Pederiva, frazione di Montebelluna sulla Feltrina, aveva allestito una vera e propria piantagione di canapa indiana: otto piante, tutte rigogliose, due delle quali già ben cresciute. Il “pollice verde” è un 35enne del luogo, sposato e con una figlia piccola: conduceva una tranquilla vita da buon padre di famiglia, un onesto lavoro da operaio ma a casa aveva una piantagione proibita che è stata tutta sequestrata dai carabinieri e finirà distrutta. Per l'uomo è scattata una denuncia per produzione di sostanze stupefacenti ma si sospetta che avesse anche creato una rete di smercio della droga, vista l'ingente produzione. In casa oltre alle piante sono stati ritrovati mille euro, un manuale per la produzione, semi di marijuana, vasi con fiori e varie foglie essicate.