Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Valdobbiadene, raid alla "Efrem Reatto"

BOCCIATI DEVASTANO SCUOLA

Due ex alunni si vendicano, danni per miglaia di euro


VALDOBBIADENE - Hanno sfondato una porta di servizio ed hanno imbrattato, utilizzando sette estintori, quasi tutte le classi, gli uffici, la segreteria, l'aula magna e la presidenza. Scene già viste e non molto tempo fa, a Preganziol, alla scuola media “Ugo Foscolo”. Questa volta i vandali hanno colpito a Valdobbiadene, alle medie “Efrem Reatto” di via Arcane, a pochi giorni degli esami. I carabinieri hanno dato un volto agli autori del gesto nella serata di martedì: sono due minorenni che ora dovranno rispondere del reato di danneggiamento aggravato in concorso. Volevano, spiegheranno, vendicarsi per le bocciature subite in quella scuola alcuni anni fa. Il raid vandalico era avvenuto nella notte tra domenica e lunedì: a trovare la devastazione sono stati i bidelli quando l'istituto ha riaperto i battenti per l'esame che gli studenti del terzo anno dovevano tenere. Porte scardinate, armadi e mobili a soqquadro, suppellettili, registri scolastici e documenti distrutti. Fortunatamente i bidelli hanno permesso che la prova potesse avere luogo comunque e così è stato. Le indagini, serratissime, hanno permesso in breve di identificare i responsabili del raid, un 16enne ed un 17enne del luogo. I due frequentavano quella scuola e qualche giorno prima dei vandalismi avevano fatto esplodere qualche petardo nei pressi dell'edificio. Messi alle strette, davanti ai propri genitori, hanno confessato tutto. Cercavano denaro, dichiareranno ai carabinieri. Hanno trovato invece solo guai, guai grossi. Il danno che saranno costretti a risarcire ammonta a diverse migliaia di euro.

Galleria fotograficaGalleria fotografica