Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Indagini sulla morte del 26enne Antonio Calderazzo

CISON: INDAGATO L'AUTISTA

Nulla osta firmato per lo schianto in via Redipuglia


CISON DI VALMARINO – (gp) A chiarire le esatte dinamiche dello scontro che è costato la vita ad Antonio Calderazzo, 26enne di Vittorio Veneto, ci penserà la Procura di Treviso. Il sostituto procuratore Antonio De Lorenzi, dopo aver firmato il nulla osta per la sepoltura del giovane centauro, ha iscritto nel registro degli indagati, con l'ipotesi di reato di omicidio colposo, l'uomo alla guida del furgone su cui è piombata la Kawasaki Ninja del 26enne. Le indagini sono volte ad accertare come si siano svolti in realtà i fatti e a stabilire le eventuali responsabilità. L'incidente mortale si era verificato in via Redipuglia a Soler di Cison di Valmarino. Antonio Calderazzo, dalle prime sommarie informazioni pare per la velocità eccessiva tenuta in centro abitato, era andato a schiantarsi contro le ruote posteriori del furgone che era fuoriuscito da una laterale. Un ostacolo che il 26enne, per riuscire a evitare, lo aveva messo nelle condizioni di perdere il controllo della moto che era finita contro il muro di una casa sbalzando il centauro nella canaletta che costeggiava la carreggiata. Nonostante i tempestivi soccorsi del Suem 118 il giovane non aveva avuto scampo.