Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Indagini sulla morte del 26enne Antonio Calderazzo

CISON: INDAGATO L'AUTISTA

Nulla osta firmato per lo schianto in via Redipuglia


CISON DI VALMARINO – (gp) A chiarire le esatte dinamiche dello scontro che è costato la vita ad Antonio Calderazzo, 26enne di Vittorio Veneto, ci penserà la Procura di Treviso. Il sostituto procuratore Antonio De Lorenzi, dopo aver firmato il nulla osta per la sepoltura del giovane centauro, ha iscritto nel registro degli indagati, con l'ipotesi di reato di omicidio colposo, l'uomo alla guida del furgone su cui è piombata la Kawasaki Ninja del 26enne. Le indagini sono volte ad accertare come si siano svolti in realtà i fatti e a stabilire le eventuali responsabilità. L'incidente mortale si era verificato in via Redipuglia a Soler di Cison di Valmarino. Antonio Calderazzo, dalle prime sommarie informazioni pare per la velocità eccessiva tenuta in centro abitato, era andato a schiantarsi contro le ruote posteriori del furgone che era fuoriuscito da una laterale. Un ostacolo che il 26enne, per riuscire a evitare, lo aveva messo nelle condizioni di perdere il controllo della moto che era finita contro il muro di una casa sbalzando il centauro nella canaletta che costeggiava la carreggiata. Nonostante i tempestivi soccorsi del Suem 118 il giovane non aveva avuto scampo.