Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

E' una P38 Smith & Wesson nascosta in un garage

GAMBIZZATO, TROVATA L'ARMA

Pistola classificata come arma comune e non da guerra


TREVISO - (nc) E' stata ritrovata l'arma con cui lo scorso 13 maggio Denis Mayer, giostraio 37enne, sparò alle gambe del malcapitato Edmond Perjaku. Teatro dell'aggressione era stata la sala giochi “Prestige” di Ponte di Piave. Oltre a Denis Mayer era finito in carcere anche un complice, Jimmi Cavazza, di 27 anni. La pistola utilizzate è una P38 Smith & Wesson che Denis Mayer aveva nascosto all'interno di un frigo spento, in un garage di Oderzo. L'arma sarà ora esaminata dal Ris di Parma che effettuerà una prova balistica: non si esclude infatti che possa essere stata utilizzata per altri colpi nella zona. Denis Mayer, rintracciato lunedì sera in un campo nomadi di Udine, ha raccontato agli investigatori di aver acquistato la pistola da un extracomunitario oltre ad aver affermato, in sede di interrogatorio, di non aver puntato l'arma contro Perjaku ma di voler colpire il Pitbull che l'albanese aveva scagliato contro i due sinti. Per il momento entrambi rimangono rinchiusi nel carcere di Santa Bona anche se, nei prossimi giorni, verrà depositata la richiesta di scarcerazione dai legali dei due indagati.

Galleria fotograficaGalleria fotografica