Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Colpo a Veneto Banca videoripreso dalla telecamere

RAPINA IN CITT└, C'╚ UNA PISTA

Il bandito ha lasciato un'impronta, si indaga


TREVISO - Un'impronta, le riprese delle telecamere esterne ed interne alla banca e le testimonianze, tra cui quella di una ragazza che ha composto il 113 mentre stava attendendo all'esterno della filiale la madre, in balia del malvivente. Avrebbe le ore contate il rapinatore che giovedì pomeriggio ha preso d'assalto la filiale di Veneto banca di piazzetta Lombardi a Treviso ed è poi fuggito in sella ad una bici. Durante i rilievi della polizia scientifica è stato repertata un'impronta che sarà ora confrontata con quelle presenti nella banca dati del centro di Padova. “Conosce la zona, è stato agilissimo ma noi siamo fiduciosi”: questo dicono gli investigatori della squadra mobile di Treviso. Saranno decisive le telecamere di sorveglianza mentre è stato risolto il piccolo giallo su chi abbia avvertito le forze dell'ordine: una chiamata che segnalava “qualcosa di strano” in banca era partita dal telefonino di una giovane che sarebbe la figlia di una cliente che si trovava nella filiale al momento del colpo.


Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
23/06/2011 - Rapinata Veneto Banca