Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/246: DAL 2019 IN VIGORE LE NUOVE REGOLE DI GIOCO

Le norme ridotte a 24: ecco le principali novità


TREVISO - Erano trentaquattro le Regole del Golf; erano tante, e soprattutto abbastanza complicate da ricordare, per il neofita che le doveva capire, memorizzare, e poi correttamente applicare.Dal 1° gennaio 2019 sarà in uso una versione rivisitata, principalmente finalizzata ad una...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Morto il pilota, il 37enne di Grosseto Massimo Alocci

CISON: PRECIPITA ELICOTTERO

Lo schianto a Rolle: il velivolo contro i fili della luce


CISON DI VALMARINO – (gp) Ennesima tragedia dell'aria nei cieli di Treviso. Stavolta il teatro dell'incidente mortale sono state le colline di Cison di Valmarino dove, in località Rolle, un elicottero adibito allo spargimento di sostanze chimiche sulle viti è precipitato senza lasciare scampo al pilota, il 37enne di Grosseto Massimo Alocci. Da poco più di un mese l'uomo aveva preso domicilio a Pieve di Soligo per motivi di lavoro, in quanto era stato chiamato a sostituire il 63enne Michele Astrella, anche lui precipitato a Col San Martino mentre, con lo stesso tipo di velivolo, ma appartenente alla ditta AirBlu di Policoro in provincia di Matera e non alla &Apos (400 soci) in dotazione all'Eliconsorzio Prosecco Valdobbiadene, distribuiva fitofarmaci sulle colline della Marca. Un incidente che si era verificato il 25 maggio scorso, giusto un mese fa, ma con conseguenze meno tragiche visto che il pilota, seppur ferito in modo grave, era stato dichiarato non in pericolo di vita. Questa volta però per il 37enne non c'è stato nulla da fare. L'elicottero, che si era alzato da Brun alle 9.15 e aveva già effettuato 6 voli in mattinata, ha toccato i fili dell'elettricità e si è avvitato su sé stesso prima di schiantarsi al suolo. Difficili anche le operazioni di recupero del corpo di Massimo Alocci, proprio a causa dell'alta tensione che scorreva tra i rottami del velivolo. L'uomo, sposato e con due figli, attendeva proprio oggi l'arrivo della sua famiglia dalla Toscana.