Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ufficializzato lo stanziamento del Ministero

CINQUANTA MILIONI ALL'ULSS 9

Era l'ultimo tassello per la "Cittadella della salute"


TREVISO – (gp) L’ufficializzazione dello stanziamento da parte del Ministero della Salute di 50 milioni di euro, nell’ambito dei fondi nazionali “ex-articolo 20”, a favore dell’ULSS 9 Treviso per la realizzazione della Cittadella della salute è stata accolta con soddisfazione dai vertici dell’azienda sanitaria trevigiana. Si tratta infatti dell’ultimo tassello che mancava per rendere effettivo l’accordo per la realizzazione del nuovo polo sociosanitario i cui lavori di realizzazione partiranno nel 2013. “E’ per noi una notizia particolarmente positiva – sottolinea il Direttore generale dell’Azienda Ulss 9 Claudio Dario – ricordo infatti che, tra le clausole vincolanti dell’accordo di project financing, c’era lo stanziamento dei fondi da parte del Ministero. Un riconoscimento importante che dimostra non solo la bontà del progetto, ma soprattutto la sua sostenibilità finanziaria di una operazione che porterà ad una vera rivoluzione nella sanità trevigiana”. Dal punto di vista tecnico, il finanziamento ministeriale rappresenta la garanzia formale per la sostenibilità della operazione finanziaria e quindi di portare a termine la procedura di gara per la realizzazione della Cittadella della salute trevigiana, offrendo certezze sul compimento dell’iter a tutti i soggetti coinvolti ed in particolare a chi parteciperà al bando. Imminente la prossima tappa del serrato cronoprogramma che il 21 luglio prevede la scadenza per la presentazione delle offerte di partecipazione al maxibando per la costruzione della Cittadella della salute (poliambulatori, uffici, campus, area tecno-logistica e altri servizi) nell’area dell’ospedale Ca’ Foncello. Ricordiamo che l’operazione di project financing ha un valore complessivo di 224 milioni di euro, 126 da fondi pubblici (50 dal Ministero della Salute, 11 dalla Regione Veneto, 40 da mutuo e 25 da alienazioni patrimoniali) e i restanti 98 milioni di euro dalla società privata che si aggiudicherà il bando di gara.