Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Arrestati anche due minorenni per furto aggravato

BAR RAZZIATI, 5 IN MANETTE

Colpiti l'Elite di Trevignano e il Cristal di Montebelluna


MONTEBELLUNA – (gp) Prima hanno rubato una Fiat Punto e poi hanno razziato due bar prima di essere presi dai carabinieri. E' finita con l'arresto per furto aggravato la notte brava di 5 giovanissimi, tra cui due minorenni, che armati di piede di porco e tronchesi hanno assaltato il bar “Elite” a Trevignano e il “Cristal” a Montebelluna, per un bottino complessivo di poco più di mille euro. Si tratta di Massimiliano Garbin, 20 anni, Seyik Salkanovic, 18 anni, e Andrea Musovic, 23 anni, oltre a due 15enni che li avevano accompagnati. Tutti montebellunesi e con precedenti alle spalle, i 5 si erano impadroniti di una Fiat Punto grigia di proprietà di un operaio marocchino per mettere a segno i colpi. Già mentre stavano portando a termine il primo, nel quale avevano usato un tombino in ghisa per sfondare la vetrina del bar, una residente aveva notato i loro movimenti chiamando il 112. Una seconda chiamata, poco più tardi aveva segnalato un altra spaccata, stavolta a Montebelluna. I militari dell'Arma, dopo aver controllato i luoghi dei colpi, hanno intercettato l'auto nei pressi della caserma di Volpago del Montello. I ragazzi stavano uscendo dall'auto per infilarsi in un condominio, che poi è stata anche la loro trappola. Gli agenti infatti li hanno sorpresi sulle scale del palazzo mentre si stavano disfando del bottino che avevano in tasca, 610 euro, e li hanno arrestati. In auto è stato poi ritrovato il resto della refurtiva, gli arnesi da scasso e anche i registratori di cassa. Per tutti si sono aperte le porte del carcere di Santa Bona.

Galleria fotograficaGalleria fotografica