Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Volevo andare a prendere il portafoglio in auto"

FA LA SPESA SENZA PAGARE

Esce dal supermarket del Conč con 120 euro di cibarie


CONEGLIANO - Ha riempito il carrello di cibarie, poi ha infilato il tutto nei sacchetti di plastica ed è uscito bellamente dal supermercato. Senza però passare dalle casse per pagare. Gennaro Leone ha così tentato di portarsi a casa una spesa da 120 euro dall'Ipercoop del centro commerciale Conè. Davanti ai Carabinieri, presentatisi alla sua porta poco dopo, si è giustificato dicendo che voleva semplicemente andare a prendere il portafogli lasciato in auto e di aver portato con sé, quasi inavvertitamente, le sporte. Gli addetti alla sicurezza l'hanno individuato e, mentre lui fuggiva, hanno annotato il numero di targa della sua Alfa 156, allertando i militari dell'Arma di Conegliano. L'auto è risultata intestata al padre, residente ad Acerra, nel napoletano, ma ai Carabinieri è bastato un controllo incrociato per risalire al 42enne, anch'egli originario della provincia partenopea, ma da qualche mese residente ad Oderzo. Nel suo “curriculum” del resto figuravano già diversi precedenti analoghi ai danni di market dell'opitergino e del sandonatese, oltre a reati finanziari e per truffa. Arrestato, ora si trova in carcere a Treviso.