Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Gobbo: "Presto anche il nuovo presidio in via Condotta"

QUESTURA, TAGLIO DEL NASTRO

Maroni: "Sicurezza: illuminare la strade di notte"


TREVISO - “Questa sede non è fuori dalla città ma in città, a poco meno di 500 metri: questo a chi si lamenta del centro che si svuota. Presto arriverà il presidio in via Condotta”. E' il sindaco di Treviso, Gianpaolo Gobbo, a “benedire” a modo suo la nuova sede della Questura di Treviso all'Appiani, il cui taglio del nastro è avvenuto nel pomeriggio alla presenza delle massime autorità politiche e delle forze dell'ordine. Alla celebrazione sono intervenuti anche il governatore del Veneto, Luca Zaia ed il ministro degli Interni, Roberto Maroni. Durante il suo discorso il capo del Viminale ha lanciato i suoi strali contro i black block che hanno manifestato in val di Susa (“Chi lancia molotov, massi o ammoniaca è un terrorista”) ed è intervenuto sul tema a lui più caro, la sicurezza. Tra le sue proposte c'è quella di “illuminare le strade di notte”. Con Maroni su questa idea ha ironizzato il sindaco Gobbo durante la visita alla centrale operativa. Senza soldi difficile illuminarle le strade: questo il senso delle parole del numero uno di Ca' Sugana. A lui hanno fatto eco altri primi cittadini: necessario rivedere il patto di stabilità. All'interno dell'auditorium Appiani spazio anche agli interventi in videoconferenza del capo della polizia Antonio Manganelli, del procuratore generale di Venezia, Pietro Calogero, del questore Carmine Damiano e del governatore Luca Zaia che è intervenuto sulla manovra economica al via. Lunedì in un vertice il Carroccio farà il punto della situazione. Ai nostri microfoni parla il ministro degli Interni, Roberto Maroni ed il governatore del Veneto, Luca Zaia.


Galleria fotograficaGalleria fotografica