Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I giornalisti golfisti al Cansiglio e all'Asolo Golf

CHALLENGE CONTARINI NELLA MARCA

Il torneo AIGG ha fatto tappa nel trevigiano


Premiati al Golf Club Cansiglio

TREVISO - (pp) Città calde. Romani, Piemontesi, Lombardi, sono già intelligentemente sul Cansiglio, con pernottamento all’albergo Grillo, a godere della tranquillità dell’altopiano. Chi arriva in data di gara può apprezzare la diversa temperatura che diventa via via più gradevole appena lasciata Vittorio V.to. Il cielo è coperto, e la montagna, a Fregona, è ancora avvolta dalle nubi. Ed inizia la teoria dei tornanti percorribili con piacere. Come sarà il tempo sulla Piana? Si potrà giocare? Passo Crosetta (1127 mt) sole, caldo-fresco. Si continua a salire. Cartelli di attenzione all’attraversamento di caprioli. - Bivio Monte Pizzoc - Ed ecco la Piana. Ora bisogna indossare un pullover. Nella sua costante fierezza, il golf Cansiglio è sempre gentile ed ospitale. E’ l’ospitalità schietta, asciutta, essenziale: quello che serve. Non di più ma certa.

La gara, un po’tosta per la gente di pianura. Qualche brontolio per il rough tanto alto, per il fondo irregolare, ma questo è il Golf Cansiglio. Un campo di montagna in cui si respira l’atmosfera dei tempi della sua nascita (con i suoi oltre 50 anni, è il secondo campo più vecchio del Veneto). Le sue caratteristiche morfologiche simili ai link scozzesi, e la bellezza del luogo, lo rendono affascinante nella sua rudezza. Ed era ovvio il podio: In 1^ cat. D’Argenio, che di soli 2 punti sopravanza Roberto Lanza e Bucarelli. In 2^ Zoldan – Marco Lanza - Beppe Negri. In 3^ Carpinetti - Colognola – Antonetti. 1° senior Pietro Ruo. 1° lordo Roversi. Nearest to the pin Laura Mantelli. I cucchiai di legno sono andati a Bartolini (sic!), a Baldi e a Gottardo. Dopo questa gara, come d’abitudine, il fastoso terzo tempo.

Dalla Piana del Cansiglio, giù a San Pietro di Feletto, attraversando un territorio dove tutto profuma di vino per una cultura enoica secolare, e dove impressa ti rimane, la dolcezza del paesaggio. L’ospitalità dello sponsor si fa ogni anno più raffinata. A Villa Clementina, anfitrione Luca Tombacco con la signora Miki, ci hanno fatto apprezzare squisite specialità, accompagnate dagli eccellenti vini Contarini. Come sempre impeccabile l’attenta regìa di Mino D’Isanto a cui tutti i componenti dell’AIGG si sono affezionati. Purtroppo, non senza fatica, ho cercato di restare parco (senza riuscire del tutto), perche l’indomani c’era la gara all’Asolo Golf, e non era proprio il caso di lasciarsi andare.

6 luglio – Asolo Golf. Tra i giornalisti partecipanti, alcuni hanno potuto approfittare della tranquilla foresteria del Circolo. La giornata si presenta calda, il sole è spesso nascosto dalle nubi, ma il caldo si fa sentire, reso più fastidioso dall’umidità. Il suolo è un po’ bagnato per la pioggia caduta nella notte, e nel percorso troviamo qualche zona di acqua occasionale. Ma né il forte caldo, né il terreno bagnato, son riusciti a non far apprezzare la bellezza del campo con le sue buche tecniche.

E qui il podio era un po’ meno scontato: Per la 1^ cat. vince il netto Roberto Lanza, pari merito a Dal Fior e ad una distanza da Bucarelli. Per la 2^ Vaccari - Bonafini - Marco Lanza. Per la 3^ Colognola – Pilla – Antonetti. - 1° Lordo Dario Bartolini -1° senior Bartolomeo Baldi – Il Nearest to the pin per Laura Mantelli. Anche qui, gli ambiti cucchiai di legno a meno bravi e a bravi. Una simpatica curiosità: La bella Laura ha guadagnato il nearest to the pin, sia alla buca 1 del Cansiglio che alla buca 4 dell’Asolo Golf, esattamente con l’uguale distanza dalla buca (mt 6,03), che precisione! La necessità per alcuni del lungo rientro a casa (Piemonte, Lombardia, Romagna, Toscana, Lazio), non ha loro permesso di gustare il ricco e prelibato buffet, predisposto dall’inossidabile Giuliano Polloni, ed egregiamente accompagnato dagli eccellenti vini offerti dallo sponsor Contarini. Per gli altri è stato sicuro piacere l’indugiare. La tappa veneta serberà in tutti un buon ricordo.


Galleria fotograficaGalleria fotografica