Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I giornalisti golfisti al Cansiglio e all'Asolo Golf

CHALLENGE CONTARINI NELLA MARCA

Il torneo AIGG ha fatto tappa nel trevigiano


Premiati al Golf Club Cansiglio

TREVISO - (pp) Città calde. Romani, Piemontesi, Lombardi, sono già intelligentemente sul Cansiglio, con pernottamento all’albergo Grillo, a godere della tranquillità dell’altopiano. Chi arriva in data di gara può apprezzare la diversa temperatura che diventa via via più gradevole appena lasciata Vittorio V.to. Il cielo è coperto, e la montagna, a Fregona, è ancora avvolta dalle nubi. Ed inizia la teoria dei tornanti percorribili con piacere. Come sarà il tempo sulla Piana? Si potrà giocare? Passo Crosetta (1127 mt) sole, caldo-fresco. Si continua a salire. Cartelli di attenzione all’attraversamento di caprioli. - Bivio Monte Pizzoc - Ed ecco la Piana. Ora bisogna indossare un pullover. Nella sua costante fierezza, il golf Cansiglio è sempre gentile ed ospitale. E’ l’ospitalità schietta, asciutta, essenziale: quello che serve. Non di più ma certa.

La gara, un po’tosta per la gente di pianura. Qualche brontolio per il rough tanto alto, per il fondo irregolare, ma questo è il Golf Cansiglio. Un campo di montagna in cui si respira l’atmosfera dei tempi della sua nascita (con i suoi oltre 50 anni, è il secondo campo più vecchio del Veneto). Le sue caratteristiche morfologiche simili ai link scozzesi, e la bellezza del luogo, lo rendono affascinante nella sua rudezza. Ed era ovvio il podio: In 1^ cat. D’Argenio, che di soli 2 punti sopravanza Roberto Lanza e Bucarelli. In 2^ Zoldan – Marco Lanza - Beppe Negri. In 3^ Carpinetti - Colognola – Antonetti. 1° senior Pietro Ruo. 1° lordo Roversi. Nearest to the pin Laura Mantelli. I cucchiai di legno sono andati a Bartolini (sic!), a Baldi e a Gottardo. Dopo questa gara, come d’abitudine, il fastoso terzo tempo.

Dalla Piana del Cansiglio, giù a San Pietro di Feletto, attraversando un territorio dove tutto profuma di vino per una cultura enoica secolare, e dove impressa ti rimane, la dolcezza del paesaggio. L’ospitalità dello sponsor si fa ogni anno più raffinata. A Villa Clementina, anfitrione Luca Tombacco con la signora Miki, ci hanno fatto apprezzare squisite specialità, accompagnate dagli eccellenti vini Contarini. Come sempre impeccabile l’attenta regìa di Mino D’Isanto a cui tutti i componenti dell’AIGG si sono affezionati. Purtroppo, non senza fatica, ho cercato di restare parco (senza riuscire del tutto), perche l’indomani c’era la gara all’Asolo Golf, e non era proprio il caso di lasciarsi andare.

6 luglio – Asolo Golf. Tra i giornalisti partecipanti, alcuni hanno potuto approfittare della tranquilla foresteria del Circolo. La giornata si presenta calda, il sole è spesso nascosto dalle nubi, ma il caldo si fa sentire, reso più fastidioso dall’umidità. Il suolo è un po’ bagnato per la pioggia caduta nella notte, e nel percorso troviamo qualche zona di acqua occasionale. Ma né il forte caldo, né il terreno bagnato, son riusciti a non far apprezzare la bellezza del campo con le sue buche tecniche.

E qui il podio era un po’ meno scontato: Per la 1^ cat. vince il netto Roberto Lanza, pari merito a Dal Fior e ad una distanza da Bucarelli. Per la 2^ Vaccari - Bonafini - Marco Lanza. Per la 3^ Colognola – Pilla – Antonetti. - 1° Lordo Dario Bartolini -1° senior Bartolomeo Baldi – Il Nearest to the pin per Laura Mantelli. Anche qui, gli ambiti cucchiai di legno a meno bravi e a bravi. Una simpatica curiosità: La bella Laura ha guadagnato il nearest to the pin, sia alla buca 1 del Cansiglio che alla buca 4 dell’Asolo Golf, esattamente con l’uguale distanza dalla buca (mt 6,03), che precisione! La necessità per alcuni del lungo rientro a casa (Piemonte, Lombardia, Romagna, Toscana, Lazio), non ha loro permesso di gustare il ricco e prelibato buffet, predisposto dall’inossidabile Giuliano Polloni, ed egregiamente accompagnato dagli eccellenti vini offerti dallo sponsor Contarini. Per gli altri è stato sicuro piacere l’indugiare. La tappa veneta serberà in tutti un buon ricordo.


Galleria fotograficaGalleria fotografica