Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Le fa spogliare e le minaccia con un coltello

PRESO TERRORE DELLE LUCCIOLE

Tre rapine lungo la Pontebbana, arrestato 37enne


TREVISO - (nc) Tre lucciole aggredite da un maniaco che le ha fatte spogliare e le ha poi minacciate con un coltellaccio da cucina. Una notte di terrore quella vissuta dalle prostitute lungo la Pontebbana: in poco più di un'ora ben tre, nell'arco di alcuni km, finite nel mirino di un 37enne di Trichiana, Roberto Dal Magro. “Un rapinatore seriale” così lo definiranno i carabinieri di Conegliano che hanno fermato l'uomo a Godega poco prima dell'una. Per lui, muratore, separato e senza nessun precedente, si sono aperte le porte del carcere. Dovrà rispondere di rapina e tentata rapina. Il malvivente era entrato in azione verso le 22.30: al volante della sua Peugeot 306 avvicina una romena 21enne di fronte al negozio “Sorelle Ramonda” di Castrette. I due si appartano in un terreno di via Verdi. Per la ragazza comincia l'incubo: l'uomo le ordina di spogliarsi, le punta un coltello alla gola e cerca di strangolarla. La ragazza sviene per qualche minuto; al suo risveglio si ritrova nuda in un campo e chiede aiuto ad alcuni passanti. Come rileveranno gli esami clinici la lucciola non è stata violentata; il maniaco che pensava forse di averla uccisa si era nel frattempo appropriato di tutti i suoi vestiti, del suo cellulare e di 20 euro. Il secondo colpo un quarto d'ora dopo a Spresiano: le modalità sono le stesse ma questa volta la prostituta, una romena 25enne, si salva. Riesce a far partire una telefonata dal suo cellulare ad una collega che arriva in suo soccorso: insieme mettono in fuga il malvivente che scappa verso un nuovo bersaglio, l'ultimo. Si tratta di una brasiliana 25enne: quando si vede puntare contro il coltello la sudamericana fugge a gambe levate. Sulle tracce del rapinatore, grazie alle varie testimonianze raccolte, si pongono i carabinieri che fermeranno il malvivente a Godega. Interrogato dai militari dopo un breve inseguimento dirà di voler parlare “solo in presenza dell'avvocato”. In auto saranno trovati vari indumenti femminili, il coltello, un affilacoltelli ed una corda con tanto di cappio. Ora le indagini proseguiranno per verificare eventuali coinvolgimenti dell'uomo in altre due rapine ai danni di prostitute, sempre nella stessa zona.

Galleria fotograficaGalleria fotografica