Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sceglie il silenzio il 37enne bellunese di Trichiana

DAL MAGRO NON RISPONDE

In cella per aver rapinato 3 lucciole in Pontebbana


TREVISO – (gp) Interrogato nel carcere di Santa Bona dal gip Umberto Donà ha deciso, su consiglio del suo legale, l'avvocato Fabio Capraro, di avvalersi della facoltà di non rispondere, presentando la richiesta di modifica della misura di custodia cautelare. Il giudice, convalidato l'arresto, scioglierà le riserve nelle prossime ore per il caso che vede indagato il 37enne bellunese di Trichiana Roberto Dal Magro, finito in manette per aver aggredito tre lucciole lungo la Pontebbana. Gli inquirenti che lo hanno fermato a Godega Sant'Urbano martedì sera lo avevano definito un “rapinatore seriale” in quanto, utilizzando lo stesso modus operandi, puntava un coltello contro le prostitute con le quali aveva concordato una prestazione sessuale per rapinarle dei soldi, del cellulare e degli indumenti intimi, abbandonandole in strada terrorizzate e completamente nude. Una volta sentite le testimonianze delle ragazze rimaste vittima, i carabinieri avevano presto rintracciato l'uomo nella cui auto erano stati ritrovati vari indumenti femminili, il coltello, un affilacoltelli e una corda con tanto di cappio. Le indagini intanto continuano per verificare eventuali coinvolgimenti dell'uomo in altre due rapine ai danni di prostitute, sempre nella stessa zona.