Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Aveva inventato un agguato, ferita dal compagno

LITIGIO, VIADO FINGE RAPINA

Denunciati trans romeno e fidanzato albanese


SPRESIANO - Aveva finto di essere stato rapinato da un malvivente per non far finire nei guai il compagno. Saranno denunciati per simulazione di reato un 22enne trans romeno ed il suo compagno, un coetaneo albanese. I due, al culmine di un litigio lo scorso 26 luglio, si erano accapigliati arrivando a ferirsi entrambi con i cocci di una bottiglia rotta. Il diverbio, nato all'interno dell'abitazione, era proseguito fino al piazzale della pizzeria S'i di Spresiano. E' da qui che il viado chiamerà i carabinieri per denunciare la falsa aggressione, subita da un presunto malvivente corpulento ed alto 1,75, giunto li a bordo di un'auto rossa con targa spagnola. Il trans in quell'occasione era stato privato di 35 euro, una somma esigua che aveva insospettito i militari come del resto l'interrogatorio del compagno del romeno che aveva curiosamente ferite simili a quelle del viado. Messi alle strette i due hanno confessato di essersi inventati tutto. Il motivo? Il transessuale voleva evitare di coinvolgere e di mettere nei guai il compagno.