Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, no cure salva vita per 48enne

"PROVVEDIMENTO MOTIVATO"

Valeria Castagna difende decisione di Clarice Di Tullio


TREVISO - "Il provvedimento della collega è ampiamente, dettagliatamente e correttamente motivato, molto argomentato e a mio parere totalmente condivisibile.” Le parole sono quelle del giudice del tribunale di Treviso, Valeria Castagna che commenta così la decisione del giudice tutelare di Treviso, Clarice di Tullio che ha accolto la richiesta di rifiutare le cure salva-vita di una 48enne testimone di Geova. La decisione ha dichiarato Valeria Castagna “si rifà tra l'altro, da un punto di vista giuridico, a numerosi precedenti, tra cui il più famoso precedente di cassazione è il caso Englaro. Preciso che la persona sottoposta ad amministrazione di sostegno ha gravissimi problemi motori ma è perfettamente lucida ed ha espresso la sua volontà con un atto scritto e davanti al giudice che l'ha sentita personalmente.” Infine Valeria Castagna ha aggiunto: “La nomina del marito ad amministrazione di sostegno per impedire determinati trattamenti terapeutici l'ha chiesta la stessa donna”.