Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Un impiegato ricarica più volte una carta prepagata

4MILA EURO ALL'AMICA IN CHAT

Da internet, lei lo ossessiona con richieste di soldi


TREVISO – L'ha conosciuta in una chat e se ne era infatuato al punto da prestarle varie migliaia di euro. La nuova vittima degli amori on line è un impiegato trevigiano 46enne. L'uomo conosce una ragazza via internet, i due dialogano per qualche tempo, lei gli invia anche diverse foto del suo corpo, mai del volto. Poi la giovane domanda aiuto per le sue condizioni economiche, iniziando a chiedere prestiti per pagare le bollette e l'affitto. Il trevigiano versa un primo contributo su una carta Postapay: di richiesta in richiesta e di ricarica in ricarica, alla fine elargisce all'amica circa 4mila euro. Poi, a corto pure lui di contanti, comincia a coinvolgere parenti e conoscenti. Nonostante gli avvertimenti dei familiari, l'uomo continua a ricaricare. Ormai le pretese della donna sono sempre più insistenti, sotto forma di telefonate continue, pure sul luogo del lavoro. Chiama pure un uomo, che a nome della comune conoscenza, sollecita un incontro. L'elemento fa preoccupare il 46enne, che si rivolge alla Questura. Ora i poliziotti stanno lavorando per identificare la ragazza e il suo compare: indizi porterebbero verso la Campania. Improbabile, comunque, ipotizzare un qualche reato, visto che gli invii di denaro, erano, per ammissione dello stesso mittente, spontanei e consapevoli.