Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Conegliano, bottino mille euro, oro e gioielli

FURTO FINTO, POI QUELLO VERO

Sedicenti addetti del Comune derubano anziani


CONEGLIANO – Hanno indotto una coppia di anziani a credere di essere vittima di un furto. Per poi derubarli davvero. E' lo stratagemma messo in campo da una banda di truffatori ai danni di un 85enne e di sua moglie, a Conegliano. Un giovane sulla trentina, garbato e ben curato, vestito con una sorta di divisa con mostrine, bussa alla porta degli anziani spacciandosi per un ispettore del Comune, addetto alla verifica dello smaltimento dei rifiuti. Con un pretesto svia l'attenzione dei due, consentendo ad un complice di entrare e sottrarre alcune cornici con le fotografie dei nipotini. Poco dopo un altro “collega” raggiunge il sedicente ispettore e spiega di aver bloccato degli zingarelli autori di furti in zona. Mostra la refurtiva: proprio quelle stesse cornici. Gli anziani, insieme ai due personaggi, vanno a controllare che non sia stato portato via niente altro, rivelando così dove custodiscono denaro e preziosi. Facile a quel punto per i ladri veri, distratti i coniugi con scuse banali, far piazza pulita: mille euro in contanti, più monili, oro e pietre preziose per circa sette etti di peso. L'ennesimo episodio di truffa rinnova l'appello della Polizia soprattutto agli anziani che vivono soli a non aprire a sconosciuti e a non esitare a rivolgersi al 113 per chiedere di identificare presunti funzionari pubblici o addetti al controllo di bollette ed apparecchiature.