Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Montebelluna, lungo "assedio" per farlo uscire

FOLLIA DELLA COCAINA

In preda alla droga, si barrica in garage per suicidarsi


MONTEBELLUNA - Asserragliato in garage, in preda al delirio di un mix di cocaina, alcol e farmaci, minaccia di uccidersi con i frammenti di una bottiglia. Notte di follia, ieri, per un 43enne tossicodipendente di Montebelluna: dopo una discussione con la moglie, l'uomo si è chiuso nel box auto, urlando. La donna, verso l'una di notte, chiama i Carabinieri, temendo qualche gesto sconsiderato: la coppia ha anche un bambino di tre anni. Il 43enne, di famiglia benestante, ha alle spalle una lunga storia di droga e qualche precedente per detenzione ai fini di spaccio. La scena che, attraverso le feritoie del portone, si presentata ai militari, giunti insieme ai Vigili del fuoco e agli operatori del 118, è raccapricciante: a terra siringhe con cui si è iniettato quattro dosi di cocaina, almeno sei bottiglie di birra vuote, un blister di tranquillanti Tavor, da cui mancano 6 o 7 pastiglie. E poi l'individuo, forse anche sieropositivo, mezzo nudo e coperto di sangue, per le malferme iniziezioni e una ferita alla testa. Quando sente avvicinarsi le persone, infatti, il 43enne inizia a devastare la macchina e a dare violente testate sul muro, poi spacca una bottiglia e con quella grida a più non posso di volersi tagliare la gola, se solo qualcuno proverà ad entrare. Fuori, attendono che l'eccitazione della coca diminuisca e il farmaco faccia effetto. Arriva anche il comandante della compagnia di Montebelluna, Nicola Fasciano. Finalmente il tossicodipendente si assopisce e il portone del garage viene sfondato. L'uomo ha un ultimo scatto, ma viene bloccato e trasportato in ospedale, dove una lavanda gastrica e la sedazione, contribuiscono a farlo ritornare in sè nel giro di una mezz'ora. In tempo, per scusarsi con Carabinieri e sanitari. Una avventura a lieto fine durata quasi due ore.

Ai nostri microfoni, il capitano Nicola Fasciano, comandante della Compagnia Carabinieri di Montebelluna.