Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Striscione per l'anniversario della morte di Rudolf Hess

SCRITTE NEONAZISTE A PIEVE

L'amministrazione comunale: "Gesto di pura follia"


PIEVE DI SOLIGO – (gp) Il 17 agosto del 1987, all'età di 93 anni, morì nel carcere di Spandau, a Berlino Ovest, uno degli uomini più influenti del Terzo Reich, Rudolf Hess, al tempo vice di Adolf Hitler e colui che aiutò il futuro Fuhrer a scrivere il Mein Kampf, l'opera che diventò il testo sacro del Nazismo. Proprio nel giorno del 24° anniversario della morte, a Pieve di Soligo lungo il cavalcavia della tangenziale è stato affisso uno striscione, probabilmente da un gruppo di skinhead, che inneggiava al numero tre del Partito Nazista che venne condannato all'ergastolo nel processo di Norimberga nel 1946 per cospirazione contro il trattato di Versailles e crimini contro la pace. “Onore al camerata Rudolf Hess” erano le parole scritte sullo striscione, ovviamente con vernice nera, accompagnate da due simboli neonazisti come firma. I vigili urbani sono stati subito allertati da alcuni automobilisti di passaggio e hanno provveduto a rimuoverlo. Ma lo sdegno in paese, e soprattutto da parte dell'amministrazione comunale, non è venuto meno tanto che è stata diffusa una nota in cui si esprime una “dura condanna” per quanto accaduto. Nelle righe diramate dall'amministrazione comunale si parla di un “gesto fuori della storia e dalla realtà” oltre che di “pura follia” facendo riferimento a persone con “inclinazioni filo-naziste”. L'amministrazione comunale conclude poi scrivendo: "Mai più simili oltraggi alla memoria delle vittime e alla nostra coscienza. Sono già stati avvertiti i Carabinieri e ci auguriamo che, quanto prima, trovino i responsabili e che vengano puniti adeguatamente".


Galleria fotograficaGalleria fotografica