Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Bocciata la Dogana, nessuna altra area idonea

GIUNTA, NO AL RAMADAN

Rigettata la richiesta della comunità bengalese


TREVISO - Ramadan bocciato. Ca' Sugana non concederà un'area per le celebrazioni conclusive del periodo di digiuno ai musulmani: la giunta ha esaminato la richiesta della Bangladesh Association di Treviso e l'ha rigettata. In origine gli islamici avevano puntato su Prato della Fiera, in un secondo momento avevano orientato la richiesta sulla zona della Dogana a San Giuseppe seguendo anche il “consiglio” di Giancarlo Gentilini: il vicesindaco, a sorpresa, si era detto favorevole allo svolgimento della preghiera nel piazzale dell'ex Treviso Servizi. I colleghi di giunta, però, non sono stati dello stesso parere: impossibile far convivere la manifestazione religiosa, prevista tra il 29 o il 30 agosto, con i preparativi per l'Home Festival. Il megaconcerto inizierà nello stesso luogo il 31 agosto, ma già da un paio di giorni prima i tecnici saranno al lavoro per allestire palchi e strutture, come hanno ribadito anche gli organizzatori, la cui richiesta era stata presentata già diversi mesi prima di quella della comunità bengalese. Sindaco e assessori, però, non hanno ritenuto, in base a valutazioni di carattere urbanistico e di viabilità, non hanno ritenuto nessuna altra area idonea ad ospitare la preghiera islamica. “La Giunta tiene a sottolineare, al fine di evitare ogni pretestuosa e strumentale polemica - si legge in una nota -, che tale decisione è determinata esclusivamente dalle motivazioni tecniche summenzionate”.