Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Oltre 1500 sindaci a Milano contro la manovra

CORTEO ANCI, TREVISO ASSENTE

Capoluoghi veneti tutti presenti eccetto Ca' Sugana


MILANO – (gp) C'erano più di 2 mila sindaci a manifestare sotto il Pirellone e poi in Piazza della Scala a Milano contro i tagli agli enti locali previsti dalla manovra del governo. Circa un centinaio quelli giunti dal Veneto, compresi tutti quelli dei capoluoghi di provincia a esclusione proprio di Treviso. A sfilare contro la mannaia che costringerà i Comuni a tagliare i servizi ai cittadini o ad aumentare le tasse locali Ca' Sugana era infatti assente, segno che protestare per chiedere una correzione alla manovra non sembra essere una questione che interessa al comune di Treviso, a differenza di altri nella Marca che si vedranno, qualora la manovra venisse approvata così com'è stata concepita, condannare a morte. Tra questi il più attivo sul fronte della manifestazione è stato il primo cittadino di Caerano San Marco Angelo Ceccato, uno dei 39 sindaci veneti che un paio di giorni fa avevano sottoscritto un manifesto per pretendere che il governo approvasse una manovra economica diversa, “equa e coraggiosa, capace di tagliare gli sprechi e le burocrazie, ridurre drasticamente i costi della politica''. ''Ogni giorno, ogni ora - si leggeva nell'appello - il nostro lavoro di sindaci ci mette di fronte un'Italia diversa da quella che ritroviamo nelle cronache della politica nazionale. E' un'Italia che lotta, che ha paura, che bussa alla nostra porta per chiedere lavoro, sostegno, aiuto. E' angosciante la nostra impossibilità a dare risposte a tanta disperazione''. Chiedevano inoltre una vera riforma della finanza pubblica ''che tagliasse le unghie a quell'Italia che moltiplica le Province, che eroga servizi da terzo mondo spendendo il triplo, che non nasconde gli sprechi e si compiace dell'impunità''.

 

Foto da www.repubblica.it