Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/246: DAL 2019 IN VIGORE LE NUOVE REGOLE DI GIOCO

Le norme ridotte a 24: ecco le principali novità


TREVISO - Erano trentaquattro le Regole del Golf; erano tante, e soprattutto abbastanza complicate da ricordare, per il neofita che le doveva capire, memorizzare, e poi correttamente applicare.Dal 1° gennaio 2019 sarà in uso una versione rivisitata, principalmente finalizzata ad una...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Conclusa la rassegna con musica classica protagonista

UN RIFUGIO NELLA MUSICA

Eventi con il maestro Giorgio Sini ed Enzo Ligresti


VALDOBBIADENE - Si è conclusa domenica 4 settembre la rassegna di musica classica promossa da Radio Veneto Uno “Un rifugio nella musica” che ha visto protagonisti il maestro Giorgio Sini, il violinista Enzo Ligresti e gli archi de I solisti di Radio Veneto Uno. Quattro gli appuntamenti in quota che, con l'appoggio dei rifugi di Pianezze (Rifugio Balcon, Rifugio Pianezze e Posa Puner), hanno regalato al pubblico trevigiano momenti di vera suggestione in un connubio di musica e natura.

E come a segnare la fine dell'estate, ormai prossima, la scelta per quest'ultima esibizione è caduta su “Le Quattro stagioni” di Antonio Vivaldi con Giorgio Sini al clavicembalo, Enzo Ligresti violino solista, Michelangelo Lentini e Marta Guarda al violino, Luca Volpato alla viola e Benedetto Munzone al violoncello.

L'incertezza del tempo non ha permesso purtroppo lo svolgimento del concerto all'aperto, con il panorama dei colli e la pianura trevigiana che faceva da sfondo, si è potuti però riparare nel tepore confortante del rifugio Posa Puner che ha creato un'atmosfera di intimità, arricchita dalla trascinante simpatia dei musicisti.

I maestri Sini e Ligresti sono riusciti a coinvolgere il pubblico mettendolo alla ricerca di tutti gli elementi che Vivaldi è riuscito a tradurre in musica: dal canto dei uccelli della primavera al caldo torrido dell'estate, dall'ebbrezza della vendemmia autunnale al ghiaccio che si rompe dell'inverno.

 

Una musica che ha lasciato tutti incantati, compreso il più giovane tra il pubblico, un bambino di appena un anno che, con la sua boccuccia aperta, ha fatto trasparire i tratti dell'emozione, la più spontanea.