Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Alla festa a Fiera intervengono le forze dell'ordine

CONTESTAZIONE ALLA LEGA

Una donna interrompe i discorsi: "Ci prendete in giro"


TREVISO - (mz) Contestazione alla festa della Lega. La terza giornata della kermesse del Carroccio trevigiano riserva un inatteso fuori programma: è la serata dedicata ai rappresentanti del partito padano nelle istituzioni e, dopo gli interventi dei parlamentari trevigiani, sul palco sta iniziando il suo discorso il sindaco di Montebelluna, Marzio Favero. Quando all'improvviso una donna si alza da uno dei tavoli in fondo al tendone di Prato della Fiera e si mette ad urlare all'indirizzo degli oratori. "Sono leghista, ma mi vergogno, non mi riconosco più in questo partito, ci state prendendo in giro", sbraita la donna. maglietta verde, piuttosto alterata. Il segretario provinciale Gianantonio Da Re chiede l'intervento del servizio d'ordine, alcuni degli organizzatori cercano di far desistere la contestatrice, mentre il microfono passa a Gian Paolo Gobbo, che si scaglia contro il presidente della Repubblica e rilancia l'obiettivo federalismo. Alla fine intervengono poliziotti e carabinieri, di presidio alla manifestazione, per accompagnare fuori la signora insieme al marito. Per i vertici della Lega non si tratterebbe di una militante, ma piuttosto di un'"infiltrata" del centrosinistra, venuta apposta per creare parapiglia. Lei si proclama elettrice leghista delusa di Paese. Secondo il segretario della sezione di Paese, Piergiorgio Pavan, e il capogruppo in consiglio comunale, Gianfranco Pivato, che hanno diffuso una nota in proposito, tuttavia, "questa persona non risulta essere stata mai iscritta in questa sezione, non è conosciuta da nessuno dei militanti o simpatizzanti e non ha mai partecipato a nostre riunioni politiche locali. Difficile, quindi solo pensare che possa in qualche modo essere o essere stata vicina al nostro movimento". Identificata dalla forze dell'ordine, dopo qualche minuto, si allontana: la festa può riprendere secondo il copione stabilito.