Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Valdobbiedene, manette per Giovanni Bortolomiol

ARRESTATO AL RISTORANTE

Rapina al barista di Pederobba, poi la fuga


VALDOBBIADENE - Con un complice aveva rapinato lo scorso cinque settembre il titolare del bar “La Curva” di Pederobba: con il bottino del colpo, 4mila euro, aveva anche portato la fidanzata a cena in un noto ristorante di Valdobbiadene. E' qui che venerdì sera, all'uscita del locale, i carabinieri hanno arrestato il 30enne Giovanni Bortolomiol. L'uomo ha cercato di fare resistenza ma i militari avevano già cinturato la zona. Ad incastrarlo la testimonianza del barista rapinato che ha segnalato l'auto con cui il bandito era fuggito, una Citroen Ax che era di proprietà del padre del pregiudicato. Il barista, Carlo Facchin, 40 anni, cercò di resistere all'aggressione e cercò di inseguire il rapinatore ed il complice, ancora ricercato. In precedenza i malviventi avevano però tagliato i pneumatici della vettura rendendo vano l'inseguimento. Tre giorni fa il gip del tribunale di Treviso aveva firmato l'ordine di custodia cautelare ma il 30enne nel frattempo era scomparso: ai genitori aveva detto sarebbe andato a vendemmiare e che si sarebbe allontanato per qualche giorno.