Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Nuova categoria costituita in Confcommercio

AUTO E MOTO, CROLLO VENDITE

I concessionari: "Settore in crisi, 2mila posti a rischio"


TREVISO - (mz) Il settore della vendita di auto e moto nella Marca è in forte sofferenza. Nei primi otto mesi dell'anno, le immatricolazioni di nuove vetture sono diminuite del 9,5% rispetto al medesimo periodo del 2010, quando già si era registrato un calo del 25%. Ancora più pesante il crollo per scooter fino a 50 centimetri cubici di cilindrata e moto, il cui mercato si è dimezzato negli ultimi sei anni. A lanciare l'allarme è il neo costituito gruppo degli operatori del comparto, nato in seno alla Confcommercio di Treviso: considerando anche la manutenzione e la vendita di ricambi, sono 2.319 le imprese trevigiane del segmento, con quasi 7mila occupati. Se i tassi di discesa delle vendite saranno confermato, a rischio, secondo gli stessi imprenditori, sarebbero in pericolo quasi 2mila posti di lavoro. Il fatturato complessivo si aggira sui 722 milioni di euro annui, poco più del 12% dell'intero commercio locale. L'aumento dell'Ipt, l'imposta provinciale che grava sui veicoli per la trascrizione nel pubblico registro automobilistico, rischia di assestare un altro colpo al settore: in seguito ai rincari decisi dal governo, chi compra un'auto verrebbe a pagare in media dai 300 ai 400 euro in più, a cui occorre poi sommare anche il rincaro della Rc auto. Per questo la categoria, lunedì incontrerà i vertici della Provincia per valutare possibili misure correttive: la richiesta è, almeno di bloccare l'imposta ai livelli minimi. Di contro si paventa anche un'emigrazione di concessionari verso il Friuli o il Trentino, esclusi dagli aumenti. Il gruppo sta lavorando, insieme alle associazioni dei consumatori, ad un contratto "tipo" per la vendita di veicoli usati.

Ai nostri microfoni, Giorgio Sina, presidente del Gruppo auto moto e ricambi di Treviso, e Michele Noal, assessore provinciale alle Attività produttive.