Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Stangata per Leandro Pavanello, pregiudicato 43enne

BANCOMAT RUBATI, TRE ANNI

I reati: ricettazione e indebito uso di carte di credito


TREVISO – (gp) Stangata a Leandro Pavanello. Il 43enne trevigiano, in carcere dallo scorso 22 maggio, ha rimediato una condanna a tre anni di reclusione con rito abbreviato davanti al gup Elena Rossi. L'uomo doveva rispondere dei reati di ricettazione e di indebito utilizzo di carte di credito. Arrestato dagli uomini della squadra mobile di Treviso il 43enne, già noto alle forze dell'ordine per cinque precedenti condanne per furto, era stato beccato grazie alle immagini delle telecamere degli sportelli bancomat dove andava a effettuare prelievi con carte di credito o bancomat rubati. Il suo travestimento era sempre lo stesso: un cappello da baseball calzato in testa e un paio di occhiali. L'uomo, come ricostruito in fase d'indagine, aveva messo a segno 4 furti di borse, perlopiù ai danni di donne, utilizzando poi i bancomat che riusciva a recuperare: un danno stimato tra i 4 mila e i 5 mila euro. Il primo colpo documentato dagli inquirenti si verificò lo scorso ottobre ai danni di un operaio lungo via Brigata Treviso, poi tre ulteriori raid, il 21 e 26 aprile ed il 6 maggio. Nel mirino in questi casi sempre donne.