Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In serata i primi detriti entrano nell'atmosfera

E' PSICOSI SATELLITE

Decine di telefonate arrivate ai vigili del fuoco


TREVISO - Si chiama “Upper Atmosphere Research” il satellite che in queste ore sta tenendo in forte apprensione gli abitanti del Veneto. Cresce il rischio che i frammenti del dispositivo possano precipitare sul nostro suolo: da 0,6% a 1,5% di probabilità secondo la Protezione civile che sta seguendo l'andamento della situazione. Il territorio potenzialmente interessato, si legge in una nota diffusa, comprende le Province Autonome di Trento e Bolzano, tutte le province di Piemonte, Valle D'Aosta, Liguria, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia; Piacenza e Parma per l'Emilia Romagna. Intanto però la paura tra molti cittadini trevigiani sale: sarebbero decine infatti le telefonate giunte al centralino dei vigili del fuoco. Intanto tra le 21.25 e le 22 sarebbero previsto l'arrivo dei primi detriti in atmosfera. “Comunque – ha precisato l'assessore Daniele Stival – possiamo dare due consigli ai cittadini: il primo è, se possono, di rimanere in ambienti chiusi in questo lasso di tempo; il secondo è di tenersi a debita distanza qualora dovessero imbattersi, magari domani, in un oggetto non chiaramente identificabile a terra. In questo caso sarà prudente tenersi ad una distanza di almeno 20 metri ed informare subito i Vigili del Fuoco o la Protezione Civile, che interverranno per verificare la tossicità o meno dell’oggetto e lo recupereranno”. La sala operativa centrale della protezione civile, con sede a Marghera,, rimarrà attiva per tutto il tempo necessario.