Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Scarcerato il 63enne che aveva picchiato la madre

SERGIO BASSAN TORNA LIBERO

Soltanto due giorni fa venne condannato a 10 mesi


TREVISO – (gp) Dopo sei mesi passati rinchiuso nel carcere di Treviso, Sergio Bassan torna libero. Il 63enne di Villorba, che il 28 settembre scorso ha rimediato una condanna a 10 mesi di reclusione per aver picchiato la madre 89enne, ha ottenuto la scarcerazione su richiesta del suo legale, l'avvocato Alessandra Nava, per poter curare i suoi problemi legati all'alcolismo in una struttura adeguata. Gli stessi che secondo il professor Tiziano Meneghel sarebbero alla base dei suoi scatti d'ira, visto che la perizia psichiatrica non ha rilevato incapacità di intendere e di volere ma soprattutto ha definito l'uomo non socialmente pericoloso. Alla base delle sue condotte violente infatti non c'è un'instabilità mentale ma un serio problema con la bottiglia che ne altera i comportamenti. Riuscendo a far restare Bassan lontano dall'alcol insomma, dovrebbe tornare a essere una persona tranquilla a differenza di quanto stabilito in fase di indagini preliminari, circostanza che permise assieme ai gravi indizi di prova in merito al pestaggio della madre di chiedere per il 63enne il giudizio immediato. I fatti risalgono alle 18.30 di lunedì 21 marzo 2011. L'uomo, ubriaco, chiamò il 112 per chiedere il loro intervento altrimenti avrebbe finito per uccidere sua madre. I militari, giunti in pochi minuti sul posto, avevano trovato l’uomo ancora in preda ai fumi dell’alcool e la madre terrorizzata e dolorante dopo i calci che le aveva sferrato il figlio.