Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Scarcerato il 63enne che aveva picchiato la madre

SERGIO BASSAN TORNA LIBERO

Soltanto due giorni fa venne condannato a 10 mesi


TREVISO – (gp) Dopo sei mesi passati rinchiuso nel carcere di Treviso, Sergio Bassan torna libero. Il 63enne di Villorba, che il 28 settembre scorso ha rimediato una condanna a 10 mesi di reclusione per aver picchiato la madre 89enne, ha ottenuto la scarcerazione su richiesta del suo legale, l'avvocato Alessandra Nava, per poter curare i suoi problemi legati all'alcolismo in una struttura adeguata. Gli stessi che secondo il professor Tiziano Meneghel sarebbero alla base dei suoi scatti d'ira, visto che la perizia psichiatrica non ha rilevato incapacità di intendere e di volere ma soprattutto ha definito l'uomo non socialmente pericoloso. Alla base delle sue condotte violente infatti non c'è un'instabilità mentale ma un serio problema con la bottiglia che ne altera i comportamenti. Riuscendo a far restare Bassan lontano dall'alcol insomma, dovrebbe tornare a essere una persona tranquilla a differenza di quanto stabilito in fase di indagini preliminari, circostanza che permise assieme ai gravi indizi di prova in merito al pestaggio della madre di chiedere per il 63enne il giudizio immediato. I fatti risalgono alle 18.30 di lunedì 21 marzo 2011. L'uomo, ubriaco, chiamò il 112 per chiedere il loro intervento altrimenti avrebbe finito per uccidere sua madre. I militari, giunti in pochi minuti sul posto, avevano trovato l’uomo ancora in preda ai fumi dell’alcool e la madre terrorizzata e dolorante dopo i calci che le aveva sferrato il figlio.