Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Una task force per evitare discriminazioni

NON È LAVORO PER MADRI

Nel 2010 quasi 600 donne si sono licenziate dopo il parto


TREVISO - Lavoro e maternità sono due aspetti spesso ancora in contrasto, anche nella Marca. Nel 2010, secondo la Direzione provinciale del lavoro, sono state solo due le donne forzate a dimettersi dopo la nascita di un figlio. Ma sono state 586 le lavoratrici dipendenti che hanno abbandonato di propria volontà l'impiego entro un anno dal parto: una media di quasi 49 al mese. Le motivazioni addotte fotografano la situazione: 106 si sono licenziate per “mancato accoglimento del figlio al nido”; 184 per assenza di parenti di supporto; 45 per “costi di assistenza al neonato” ; 47 per “passaggio ad altra azienda”; 63 per mancata “concessione del part-time”; 143 per dedicarsi esclusivamente al piccolo, ricongiungersi al coniuge o altro. La consigliera provinciale di parità ha firmato due intese con la Direzione provinciale del Lavoro, da una parte, e Cgil, Cisl e Uil. Le firmatarie sono tutte donne. I protocolli sottoscritti puntano a creare una task force per controllare e prevenire le discriminazioni in questo campo, rafforzando la collaborazione tra i soggetti che, a vario titolo, sono impegnati nell’applicazione della normativa in materia di pari opportunità nel lavoro. L’altro obiettivo è la promozione delle pari opportunità, per far crescere e diffondere una sensibilità e una cultura che nel nostro Paese, compresa la provincia di Treviso, stenta ad affermarsi.