Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In garage un arsenale I-tech e oltre 60 latte d'olio

CORRIERE-INFEDELE NEI GUAI

Lovadina, nei guai 28enne romeno dipendente Sda


TREVISO - (nc) Nella sua abitazione gli uomini della polizia postale hanno trovato un vero e proprio arsenale di prodotti hi tech, televisori, cellulari, pc della apple, consolle playstation, un amplificatore e perfino 60 latte di olio d'oliva ed un gioco da tavolo, il Risiko. Tutto materiale che avrebbe dovuto consegnare ma che non è mai giunto a destinazione. A finire nei guai un corriere espresso della Sda, un romeno 28enne denunciato per furto aggravato e continuato. L'uomo teneva per sé parte della merce che doveva consegnare: in alcuni casi sostituiva il prodotto nuovo con uno più scadente. E' proprio uno di questi scambi ad essergli fatale. L'indagine era stata infatti avviata dalla denuncia di un 50enne trevigiano, responsabile di una nota azienda della Marca. L'uomo aveva ordinato attraverso il sito Subito.it un I-Phone al costo di 600 euro ma a casa gli era stato recapitato un telefono già usato e simile. Il cellulare era appunto di proprietà del romeno che si è così di fatto auto-incastrato. Secondo la polizia postale il “corriere infedele” continuava almeno da un anno in questi furti e sostituzioni: a suo carico almeno dieci denunce per altrettanti cellulari mai arrivati e che finivano con ogni probabilità nei canali della ricettazione come gli altri prodotti. Nel garage del 28enne, residente a Lovadina, oltre alla merce trafugata c'è ampio materiale cartaceo che testimonia di almeno un centinaio di prodotti mai consegnati.