Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nomadi croate con attrezzi da scasso nella borsa

LADRE-INCINTE IN VIA MONTELLO

Polizia locale ferma 20enni: venivano da Portogruaro


TREVISO - (nc) Sono state scoperte proprio mentre si apprestavano con ogni probabilità a mettere a segno il colpo in una palazzina di via Montello a Treviso. A finire nella rete dei controlli della polizia locale sono state due nomadi croate di circa 20 anni, entrambe incinte. Le ragazze, ladre in trasferta, venivano da Portogruaro (come dimostrato da un biglietto ferroviario) ed avevano in tasca vari attrezzi da scasso tra cui una speciale forbice piegata, utile per forzare i serramenti. Per entrambe, senza documenti e sottoposte all'esame delle impronte digitali nel comando di via Castello d'Amore, è scattata una denuncia. In tasca le nomadi non avevano refurtiva, segno che il raid ladresco doveva ancora prendere avvio.