Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Asolo, incidente in via San Martino, volo di 20 metri

FURGONE NELLA SCARPATA

Mezzo rotola verso in un uliveto: 36enne sbalzato


ASOLO - Si trova ricoverato al Ca' Foncello, in gravi condizioni ma non in pericolo di vita, Davide Serraglio, un operaio 36enne di Cavaso del Tomba dipendente della “Asolo costruzioni e restauri”, protagonista nel pomeriggio poco dopo le 15.15 di un grave incidente in una zona boschiva di Asolo. L'uomo era al volante di un autocarro che stava trasportando nel cassone sassi e terra. Il mezzo stava percorrendo la zona di poggio San Martino, lungo l'omonima via: si trovava li per eseguire dei lavori di restauro di un'abitazione. Improvvisamente, lungo un tratto impervio, l'operaio ha perso il controllo dell'autocarro che è finito in una scarpata sulla sinistra, rotolando per cinquanta metri per un dislivello di circa venti metri. Il mezzo ha abbattuto diversi olivi fino ad essere fermato, distrutto da una pianta, ai piedi del pendio. Il 36enne è stato fortunatamente sbalzato all'esterno del veicolo prima che questo si schiantasse: un impatto violento che avrebbe ucciso l'uomo che ha riportato varie fratture ed un forte trauma cranico. Al lavoro per alcune ore vigili del fuoco che hanno recuperato il mezzo ed i medici del Suem118. L'operaio è stato poi trasportato con l'elisoccorso al Ca' Foncello di Treviso. Sul posto anche lo Spisal che indaga sull'incidente.