Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Il neocomitato Acque Preganziol vuole risposte

MERCURIO: PRIMA LA SALUTE

Si chiede un controllo a tappeto sui cittadini


PREGANZIOL – (gp) “Vogliamo avere le risposte che non ci sono ancora state date, e in più chiediamo che venga fatta un'indagine a tappeto sulla salute di quei cittadini che per anni dell'acqua contaminata”. Torna di stretta attualità il caso del mercurio presente nei pozzi artesiani dei comuni di Preganziol, Casier, Quinto e Treviso, colpiti dall'ordinanza dello scorso maggio che vietava di bere l'acqua prelevata a una profondità di 240 metri, in pratica nell'ottava falda. E' nato infatti il Comitato Tutela Acque Potabili di Preganziol proprio per far luce su quanto sta accadendo, ma soprattutto per avere risposte e tutela. Escluso dalla Aato regionale che l'inquinamento possa aver avuto cause geologiche e dato ormai per assodato che quei 18 litri (pari a 250 kg di mercurio) siano stati immessi nella falda da qualcuno, ancora non si conosce chi è stato, da quando la falda è inquinata, se verrà fatta una bonifica a breve e pure perchè l'Ulss 9 abbia chiesto, soltanto da febbraio 2011, l'analisi del parametro mercurio obbligatoria per legge dal 2001. C'è dunque ancora un alone di mistero sul caso mercurio a Preganziol, e il comitato ha proprio l'obiettivo di svelarlo come spiega ai nostri microfoni il presidente del Comitato Tutela Acque Potabili di Preganziol, Giovanni Umberto Battel.



Galleria fotograficaGalleria fotografica