Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

A Treviso quest'anno 826 persone ricorse alla Caritas

POVERTĄ IN AUMENTO

Rapporto Caritas su povertą ed esclusione sociale


TREVISO - (ag) Continuano ad aumentare le vittime della povertà. E' un fatto che si sta radicando e non si può parlare più di contingenza. Sono queste le prime considerazioni evidenziate da don Davide Schiavon alla presentazione del rapporto nazioniale della Caritas Italiana – Fondazione Zancan sulla povertà ed esclusione sociale. Un rapporto dal titolo “Poveri di diritti”, per sottolineare che la povertà non riguarda solo la mancanza di risorse economiche, ma arriva a minare la garanzia dei diritti fondamentali della persona: il diritto alla famiglia, il diritto alla casa, all'alimentazione, all'educazione, il diritto al futuro. La realtà trevigiana ricalca le tendenze nazionali che vedono un incremento del numero di famiglie e di singoli in condizione di povertà. I dati forniti dalla Caritas di Treviso hanno registrato, al 30 settembre 2011, 826 persone che sono ricorse al Centro di Ascolto e ai servizi Caritas, di cui 420 con istanze legate alla famiglia. E' da presumere quindi un aumento rispetto ai dati relativi a tutto l'anno 2010, che censivano 1160 utenti.

Sulle 420 famiglie che fino al 30 settembre scorso hanno chiesto aiuto alla Caritas, 92 sono italiane. Per quanto riguarda le giovani famiglie italiane don Davide sottolinea un tratto significativo: giovani madri e padri che non arrivano a fine mese ricorrono all'aiuto dei loro stessi genitori, che fungono cosi da ammortizzatori sociali "non ufficiali".

Altro aspetto rilevante: sempre più persone ritornano a rivolgersi ai Centri di ascolto della Caritas. Si tratta di 523 utenti sul totale di 826 di quest'anno, che dato che dimostra che la crisi non è passeggera ma strutturale.

Le prospettive per il futuro parlano chiaro: le politiche assistenzialiste che diramano finanziamenti a pioggia non bastano. Servono delle politiche che investano sui servizi.

Quello che emerge è uno spaccato complesso e sconfortante. La crisi colpisce in maniera trasversale disoccupati, precari, anziani pensionati e cosi anche i lavoratori autonomi, che rappresentano il tessuto economico della realtà trevigiana. A presentarci i risultati del rapporto Caritas - Zancan “Poveri di diritti” è ai nostri microfoni don Andrea Schiavon.









Galleria fotograficaGalleria fotografica