Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, proprietaria avrebbe rifiutato di vendere

FIERE, L'OMBRA DEL RACKET

Estintore sparso da vandali, danni per 2mila euro


TREVISO - Un atto di vandalismo che ha il sapore dell'intimidazione. Nella notte tra venerdì e sabato ignoti sono entrati all'interno di una giostra presente in questi giorni al prato di fiera per le Fiere di San Luca, ed hanno sparso l'interno contenuto di un estintore su pelouches ed altri piccoli gadget. L'estintore era già presente all'interno dell'attrazione per motivi di sicurezza: i malviventi hanno agito indisturbati nella notte, forzando la porta di ingresso. I danni denunciati alla polizia locale dalla proprietaria, una 51enne giostraia, ammontano ad oltre duemila euro. L'indagine è attualmente in corso: l'ipotesi è quella di un gesto intimidatorio. La proprietaria avrebbe ricevuto negli ultimi tempi svariate proposte di acquisto sia della sua attrazione che della licenza. Richieste sempre più pressanti a cui lui aveva sempre detto un secco no, forse indispettendo qualcuno.