Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Operazione "Onda latina": gli imputati se la cavano

MAXI SPACCIO, MINI CONDANNE

Fiumi di cocaina per oltre un milione di euro all'anno


TREVISO – (gp) Rischiavano delle pene molto più alte rispetto a quelle che sono state loro inflitte. Se la sono infatti cavata con poco i componenti della banda di spacciatori finiti in manette al termine dell'operazione dei carabinieri di Treviso denominata “Onda latina”. Su tutti il capo dell'organizzazione, il 26enne Kasem Plaku, che attraverso Facebook e due telefoni cellulari dirigeva il traffico di eroina e cocaina provenienti dalla Colombia e dall'Abania direttamente dal carcere di Verona. Difeso dall'avvocato Fabio Crea, il capo della banda è stato condannato a 4 anni e 4 mesi di reclusione. Assolta invece la sua compagna, la 23enne Suela Vrijoni, che secondo gli inquirenti era riuscita a portargli i telefoni all'interno del penitenziario mentre secondo la difesa (tesi accolta dal giudice) non c'erano le prove che ciò fosse effettivamente successo. Assieme a loro sono stati condannati a 6 anni di carcere Arjan Hohxa, 41enne braccio destro di Plaku, a 2 anni Vathe Hohxa, a 2 anni il 44enne coneglianese Diego Zanardo e a un anno e 4 mesi il 38enne, anche lui di Conegliano, Roberto Cassanella. Imponente il giro d'affari della gang che agiva tra le province di Treviso, Pordenone, Verona e Venezia: oltre un milione 300mila euro l'anno, per uno smercio stimato di stupefacenti che si aggirava sui 100 chili al mese.