Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Case chiuse, Damiano: "Il parlamento rifletta"

SQUILLO: LA TABELLA DI MARCIA

Orari, guadagni, orari nel block notes della maitresse


TREVISO - In un block notes i turni prestabiliti, ragazza per ragazza, gli orari, i guadagni: una sorta di tabella di marcia che le squillo dovevano seguire fedelmente per permettere all'organizzazione di monetizzare il più possibile. Questo quanto emerge dalla perquisizione eseguita dalla squadra mobile all'interno dell'appartamento di via Ghirada, il quartier generale da dove la coppia di romeni, arrestati ieri per sfruttamento ed induzione alla prostituzione, gestiva le squillo. Sempre nell'abitazione rinvenuti circa 7mila euro in contanti, varia documentazione, ritagli di giornali in cui erano pubblicati gli annunci delle prostitute. I soldi guadagnati con l'attività di sfruttamento finivano in Romania, spediti attraverso money transfer, e probabilmente reinvestiti. L'attività anti-prostituzione comincia a produrre dunque risultati importanti -dicono dalla Questura- con ben 21 arresti e 150 lucciole rimpatriate. Numeri che testimoniano un forte impegno. Il Questore di Treviso, Carmine Damiano è intervenuto oggi commentando questa operazione: interpellato sull'eventualità di riaprire le “case chiuse” si è detto possibilista anche se ha sottolineato che di questo “il parlamento rifletta”. Queste le sue parole.

Galleria fotograficaGalleria fotografica