Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ucciso a Milano da un ex ufficiale padovano

FREDDATO IL REGISTA CURRERI

Aveva girato a Treviso "Settanta", tra le polemiche


MILANO - Freddato con due colpi di pistola all'interno di un teatro di posa a Milano. E' stato ucciso così l'attore e regista Mauro Curreri: l'uomo di spettacolo aveva acquisito una certa notorietà anche nella Marca, per avervi girato un film "Settanta", omaggio al "Signore e signori"  di Piero Germi. La pellicola, nella quale aveva recitato una piccola parte anche il vicesindaco Giancarlo Gentilini, in verità, più che per le qualità artistiche, aveva fatto discutere soprattutto per le polemiche che ne erano seguite: attori, comparse, alberghi e ristoranti dove la troupe aveva soggiornato hanno lamentato mancati o solo parziali pagamenti. E proprio una vicenda simile sarebbe all'origine dell'omicidio: a uccidere Curreri, infatti, sarebbe stato il 53enne Mauro Pastorello, ex capitano dell'esercito in congedo, oggi agente di commercio, residente a Padova. L'uomo, fermato dalla polizia, secondo una prima ricostruzione, è entrato, vestito in divisa, nel teatro in via Watt, in zona Navigli, dove il regista avrebbe dovuto incontrare alcuni attori per il suo nuovo progetto su Francesco Baracca. Qui sarebbe scoppiato un litigio tra i due a causa di un compenso rivendicato dall'ex ufficiale, che aveva collaborato al primo film di Curreri, "Gli eroi di Produte": ad un certo punto il militare ha estratto un vecchia pistola del secondo dopoguerra ed ha fatto fuoco. Curreri era nato nel 1972 a Torino: dopo gli inizi come fotomodello, si era evoluto in attore e doppiatore, per poi dedicarsi alla regia. Il regista fu protagonista di una vibrante polemica con l'inviato di Striscia la Notizia, Moreno Morello.

Galleria fotograficaGalleria fotografica