Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Al comando divisione Unità mobili dei carabinieri

UNA GUERRA "SENZA PACE"

Presentato venerdì il libro di Andrea Angeli


TREVISO - “Senza pace, da Nassiriyah a Kabul, storie in prima linea”: si intitola così il secondo libro del giornalista e scrittore Andrea Angeli, presentato venerdì sera presso il comando divisione unità mobili dei carabinieri di Treviso. Presenti all'incontro l'autore, il generale di divisione Vincenzo Coppola, l'ex ambasciatore e diplomatico Unifil Giuseppe Cassini, il giornalista del Corriere della Sera, Massimo Alberizzi ed Arduino Paniccia, esperto di Difesa e Sicurezza. Non hanno fatto mancare il loro saluto anche il prefetto Aldo Adinolfi ed il vicesindaco di Treviso, Giancarlo Gentilini. Un libro, quello su cui si è discusso, incentrato sulla presenza italiana sui fronti di guerra afghano ed irakeno. “Sono solo due delle 24 operazioni di peace keeping- ha ricordato Cassini- iniziate con un fine e che hanno invece ottenuto l'effetto contrario”. Ed è proprio con questa visione che il libro trae origine: uno sguardo disincantato, critico verso missioni che per ora hanno prodotto perlopiù solo molte vittime. Che significato ha quest'opera alla luce anche della recente fine del conflitto libico, conclusosi con la morte di Gheddafi. Parla ai nostri microfoni l'autore del volume, Andrea Angeli.