Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Carbonera, zuffa: ufficiale giudiziario chiama il 113

LITE ALL'ASTA, ARRIVA LA POLIZIA

Ex dipendente della Offner si aggiudica un mezzo ma non può pagarlo


CARBONERA - Si aggiudica all'asta un macchinario della ditta in cui lavorava come operaio, la Offner di Vascon di Carbonera, ma non vuole pagare quanto dovuto all'ufficiale giudiziario. E' dovuta intervenire la polizia per fermare un violento diverbio tra un 33enne, l'ex titolare di 54 anni ed altri partecipanti all'asta. La ditta sarebbe fallita mesi fa: dopo il pignoramento, martedì scorso, il tribunale aveva organizzato l'asta per liquidare i beni della stessa: macchine operatrici, utensili ed altri apparecchi. Il 33enne, vinta l'asta, ha tergiversato sul pagamento dicendo che avrebbe pagato a breve il dovuto: al fermo no dell'ufficiale giudiziario è nata la zuffa. Per risolvere la situazione il funzionario del tribunale si è così visto costretto a ribattere l'asta, almeno per quanto riguarda il macchinario che l'ex dipendente si era aggiudicato.