Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

L'osservatorio trimestrale dell'Ascom Confcommercio

I TREVIGIANI NON COMPRANO PIÙ

L'80% dei clienti dei negozi della Marca ha ridotto le spese


TREVISO - (mz) Consumi depressi nella Marca. Lo testimoniano gli stessi clienti dei negozi: 8 su 10 dicono di aver ridotto i livelli di spesa. Il trimestrale osservatorio dell'Ascom Confcommercio ha voluto sondare anche chi sta dall'altra parte del bancone: gli acquirenti dei punti vendita di Treviso e Montebelluna, a cui è stato distribuito un apposito questionario. Il 77% degli intervistati, secondo l'analisi curata da Vittorio Filippi, conferma di aver tagliato per gli svaghi e il 74% per il ristorante. Quasi metà non compra più prodotti di marca e il 17% fa la spesa al discount, mentre un quarto del campione ricorre al credito al consumo. Una visione negativa ribadita anche dai commercianti: per il 47%, tra luglio e settembre, le vendite sono ulteriormente calate in quantità rispetto all'anno prima. Discorso analogo per il fatturato, sceso per il 44% degli operatori, e addirittura diminuito in modo rilevante per il 27%. Quasi quattro imprenditori su dieci vedono una flessione dell'occupazione, mentre i prezzi di acquisto all'ingrosso sono in salita per 84 commercianti su cento. Tendenza questa, destinata a ripercuotersi anche sugli importi di vendita al dettaglio: rincarati per metà degli operatori.

Ecco il commento ai dati del presidente dell'Ascom Confcommercio di Treviso, Guido Pomini.