Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

"Ma se dovessero mancare i voti, subito ad elezioni"

SACCONI: "IL GOVERNO HA I NUMERI"

Il ministro del Lavoro fiducioso sulla tenuta della maggioranza


TREVISO - (mz) La maggioranza terrà: ci scommette Maurizio Sacconi. Il ministro del Lavoro è convinto che nel voto sul rendiconto finanziario in programma domani, il governo otterrà un numero di voti sufficienti. Nel caso, però, di un conto negativo, per l’esponente del Pdl l’unica soluzione sono le elezioni anticipate, nel più breve tempo possibile. Sacconi, ospite ieri di un convegno organizzato a Treviso da Unindustria, ribadisce il suo secco no a qualsiasi tipo di esecutivo tecnico, così come non ritiene praticabile la strada di un passo indietro di Silvio Berlusconi per aggregare una maggioranza di centrodestra attorno ad un altro leader. Queste le dichiarazioni del ministro Maurizio Sacconi.