Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Oltre 40mila pazienti interessati tra Treviso e Belluno

ULSS VENETE ALLEATE CONTRO IL DIABETE

Un protocollo per rendere uniformi cure e trattamenti


TREVISO - Sono 40mila i pazienti delle province di Treviso e Belluno interessati da diabete mellito di tipo 2 che da oggi potranno contare su un protocollo unico di diagnosi e cura condiviso tra diabetologi delle Aziende sanitarie e medici di medicina generale. E' il progetto Prihta, nato nel 2009 da una convenzione trilaterale tra le Aziende Ulss (1 Belluno, 2 Feltre, 7 Pieve di Soligo, 8 Asolo, con capofila l'Ulss 9 di Treviso), l'industria farmaceutica Eli Lilly Italia e la Regione, allo scopo di avviare una gestione integrata del paziente con diabete di tipo 2. Un protocollo innovativo nella regione Veneto, che coinvolge medici specialisti e medici di famiglia in un modello che mira a definire gli aspetti organizzativi e clinici della cura del diabete per omogeneizzare i percorsi di trattamento e ottimizzare tempi e modi di invio a visite specialistiche. Il progetto risponde al bisogno di controllare il flusso gestionale dei pazienti: solo nell'Ulss 9 di Treviso si registrano 3 mila nuovi casi ogni anno e le stime affermano che per ogni paziente noto ce ne potrebbero essere due che non sanno di essere affetti da diabete.