Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Piero Casagrande è deceduto sabato mattina in un bosco a Revine Lago

MUORE TRAVOLTO DA UN ALBERO, INDAGATO IL FRATELLO

Per la Procura è un atto dovuto: non emergono infatti responsabilità


TREVISO – (gp) Iscritto nel registro degli indagati con l'ipotesi di reato di omicidio colposo. Stiamo parlando del fratello di Piero Casagrande, il 48enne di Revine Lago morto schiacciato dall'albero che stava tagliando. Si tratta di un atto dovuto proprio a tutela del fratello della vittima: non essendo ancora chiara la dinamica la Procura ha intenzione di indagare per fugare ogni dubbio sull'assenza di responsabilità da parte di Giovanni Casagrande. Si tratta difatti di una tragica fatalità, ma in questi casi gli inquirenti sono chiamati a non lasciare nulla al caso. I fatti risalgono allo scrso sabato. L'uomo era andato a fare legna, in previsione dell'imminente inverno, insieme al fratello e alla moglie, in un appezzamento di bosco di proprietà della famiglia, in località "Cave" a Revine Lago. Poco dopo le 7, il fratello ha segato il tronco di un albero, ma i due hanno calcolato male traiettoria e distanze e la pianta, nella caduta, ha investito il più giovane dei Casagrande, colpendolo alla testa e schiacciandolo. Vani gli sforzi degli altri due presenti, per tagliare a pezzi l'albero e cercare di liberare il malcapitato. L'allarme era scattato subito ma ogni tentativo di rianimare l'uomo messo in atto da medici e infermieri del Suem 118 è risultato inutile. Intanto è già stata organizzato il rosario per domani sera alle 20 presso la chiesa di San Pio X a Conegliano, stesso luogo in cui si svolgeranno i funerali del malcapitato mercoledì.