Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Protesta nazionale indetta dalle Camere Penali Italiane

DIRITTO ALLA DIFESA: 5 GIORNI DI ASTENSIONE DALLE UDIENZE

Intervista al pres. della Camera Penale di Treviso, Federico Vianelli


TREVISO – (gp) Cinque giorni di astensione dalle udienze e da tutte le attività giudiziarie per protesta. L'iniziativa a livello nazionale promossa dalle Camere Penali vuole richiamare l'attenzione dell'opinione pubblica su una serie di elementi che mirano a indebolire la funzione e la figura del difensore. Una protesta per riaffermare il diritto alla difesa degli imputati che, secondo la categoria in agitazione (gli avvocati penalisti), è stata messa in discussione. “Ti piacerebbe sapere che quando parli al telefono con il tuo avvocato c'è qualcuno che annota diligentemente ciò che vi dite e orienta la propria attività investigativa contro di te proprio in base a quanto vi siete detti? Accetteresti di raccontare al tuo avvocato tutto quanto ritieni utile per la tua difesa sapendo un pm potrebbe costringerlo a rivelargli quanto vi siete detti? Affideresti le sorti del tuo processo penale a un avvocato che si occupa indifferentemente di diritto matrimoniale, diritto tributario, diritto agrario o diritto amministrativo?”. Una serie di domande che stanno alla base dello “sciopero” indetto dal 14 al 18 novembre, e che vedrà gli avvocati scendere in piazza a Verona lunedì 14 e a Roma giovedì 17 novembre. Un tema che Radio Veneto Uno ha deciso di approfondire con il presidente della Camera Penale di Treviso, non chè segretario del Consiglio delle Camere Penali Italiane, l'avvocato Federico Vianelli.