Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Azione dalle associazioni "WWF Alta Marca" e "Martin Pescatore"

UN ESPOSTO PER ELIMINARE I VIGNETI A RIDOSSO DELLE SCUOLE

A rischio la salute dei bambini delle elementari di Vidor e Bigolino


TREVISO – (gp) Un esposto in Procura per togliere i vigneti che sorgono a ridosso delle scuole. Questo lo scopo dell'esposto presentato in Procura, e consegnato al procuratore Antonio Fojadelli, da Luciano De Biasi, presidente del “WWF Alta Marca”, Luciano Bortolomiol, presidente dell'associazione “Martin Pescatore”, e Gianluigi Salvador, referente del WWF del Veneto. Forti di 1377 firme, i tre promotori dell'iniziativa chiedono alle autorità di eliminare i vigneti a ridosso delle scuole elementari di Vidor, di Bigolino e dell'asilo nido di Refrontolo. Alla base dell'esposto, accompagnato da analisi di medici e oncologi che attesterebbero le possibili conseguenze per la salute provocate dalla vicinanza alle vigne trattate con funghicidi, insetticidi e diserbanti, la volontà di evitare che gli oltre 400 bambini di quelle scuole possano in futuro avere danni irreversibili per la loro crescita. Oltre ai risultati degli esperti, a testimoniare la pericolosità dei trattamenti sulle colline del Prosecco ci sarebbe un volantino firmato dalla Provincia di Treviso e dal Comune di Vidor che vieta l'ingresso nei vigneti per 5 mesi all'anno, da aprile ad agosto, proprio nel periodo in cui le viti vengono trattate con i prodotti pericolosi per la salute. Nell'esposto si chiede anche che i bambini vengano sottoposti, così come già accade in Toscana, in Trentino e in Friuli Venezia Giulia, a un test delle urine per capire se le sostanze nocive siano già presenti nell'organismo dei piccoli. Ai nostri microfoni presenta le ragioni dell'esposto il presidente dell'associazione “Martin Pescatore” Luciano Bortolomiol.