Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Per "La Marca" sul fatto di Oderzo, il comportamento è stato irreprensibile

SCAGIONATO IL CONTROLLORE "NON ABBANDONO' LA BAMBINA"

Chiusa l'indagine interna sul caso della minorenne senza biglietto


TREVISO - (es) Scagionato il controllore: la bambina di Oderzo non è stata abbandonata o trattata in modo non corretto. La società di trasporti La Marca ha infatti chiuso l'indagine interna per approfondire cosa avvenne il 21 settembre scorso quando la famiglia di una bambina di 10 anni di Oderzo denunciò a mezzo stampa che la loro figlia, salita sul pullman con un abbonamento scaduto, venne fatta scendere dalla corriera e abbandonata in strada.

La commissione interna ha infatti rilevato che la ragazzina, salita sul mezzo all'altezza delle scuole Brandolini, è scesa spontanemanete alla stazione di Oderzo con il controllore per verificare il titolo di viaggio in possesso, inoltre la stessa non avrebbe voluto risalire sulla corriera chiamando con un cellulare la famiglia per avvisare di quanto era accaduto. Un comportamento irreprensibile del controllore come ha spiegato in una conferenza stampa il presidente de "La Marca" Giulio Sartor, che ha inoltre affermato che "il caso è chiuso", e che non si procederà quindi con alcuna azione legale a tutela del nome dell'azienda.